RUNNING TOUR A BOLOGNA!

Ore 6,30. Running tour a Bologna! Pronti, via! Si va, prima che la città si svegli del tutto, a vivere un’emozionante esperienza.

E così con un piccolo ma determinato gruppo di persone in trasferta per un convegno a Bologna, ci siamo avventurati dapprima in Piazza Maggiore e poi fra i vicoli e le strade della città, salutando piazza Santo Stefano colorata del rosa delle prime luci, fino ad arrivare ai Giardini Margherita- paradiso degli sportivi del mattino. Ma per noi gli splendidi Giardini, con i loro anelli, prati e il piccolo lago, non erano la meta, dove cominciare un allenamento ma un luogo da osservare e oltrepassare, per arrivare con un po’ di fatica in più a dominare la città dal belvedere di San Michele in Bosco.  Lungo la via alcuni erano scettici, ma di sicuro la vista della città storica e del suo moderno contorno ancora avvolta dalla foschia del mattino ha cancellato qualsiasi perplessità.

E’ proprio la bellezza e anche la soddisfazione di arrivare in un punto dove lo sguardo possa spaziare e arrivare lontano, scendere giù o guardare ancora più avanti, che ci ha portato, il giorno seguente, a ritrovarci per attraversare un altro lato della città, passando di fronte alla Basilica di San Francesco e strada dopo strada, raggiungere Porta Saragozza e da lì correre sotto il Portico più famoso e amato di Bologna: il Portico di San Luca. Arrivati all’Arco del Meloncello non ci è rimasto altro che salire fino al Santuario della Madonna di San Luca. Piano piano tra gli archi si sono aperti scorci della città e dei colli circostanti. Scalino dopo scalino abbiamo visto il sole apparire sulla città e illuminarla di colori diversi e, quando siamo arrivati in cima, si è aperta davanti a noi la vista di colli e montagne, ricoperti del rosa del mattino.

Abbiamo ripreso fiato e siamo scesi giù. Il traffico aveva già cancellato il silenzio del primo risveglio e anche noi ci siamo apprestati a dismettere i panni dei corridori per affrontare il resto della giornata!